POST SISMA: MARIA VERGINE, RACCOLTA FONDI PER RIAPRIRE LA CHIESA

Facebooktwitterpinterestmail

La comunità parrocchiale “Serve l’aiuto di tutti “

chiesa Maria Vergine

Il sisma di Santo Stefano (26 dicembre 2018) ha reso inagibili, in gran parte del territorio diocesano, numerose abitazioni civili ed edifici di culto. La frazione di Maria Vergine (Santa Venerina) è una di quelle zone che ha subito ingenti danni, tra questi anche la chiesa parrocchiale, oggi impraticabile. La parrocchia, da due anni, si ritrova senza chiesa ed è riuscita, con l’impegno di tutti, a trasformare un’autorimessa in una graziosa cappella dove poter celebrare la Santa Messa e riunirsi come comunità.

La Conferenza Episcopale Italiana, attraverso i fondi dell’ 8xmille, ha finanziato con un importo pari all’80% dell’importo totale dei lavori (vedi sotto), il progetto della messa in sicurezza della chiesa parrocchiale Maria Vergine della Catena. La comunità quindi si impegnerà a mettere il restante 20%.

IMPORTO LAVORI: 120.000 euro

CONTRIBUTO CEI: 96.000 euro

SPESE A CARICO DELLA PARROCCCHIA: 24.000 euro

I fedeli si sono già attivati per una raccolta fondi proponendo varie iniziative, ma ancora l’obiettivo da raggiungere è distante. L’accorato appello dei parrocchiani: “Serve l’aiuto di tutti, ognuno è libero di contribuire anche in minima parte per sostenere questa piccola realtà.  Crediamo in ciascuno di voi, la vostra donazione è segno di unità”.


Aiutaci a ricostruire la nostra Chiesa Parrocchiale! #SOSTENIAMO MARIA VERGINE
 
BONIFICO INTESTATO A 
Parrocchia Maria Vergine della Catena
IBAN IT26U0503684261CC1041879095
CAUSALE
RICOSTRUZIONE DELLA CHIESA (inoltre è possibile inserire un nominativo al quale è possibile suffragare una Santa Messa)
CLICCA QUI E VEDI IL VIDEO: https://youtu.be/My-3ImTz1hA
 
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram