UCRAINA, UN TIR DI BENI DI PRIMA NECESSITA’ DA MACCHIA DI GIARRE

Facebooktwitterpinterestmail

“La carità non si ferma di fronte alla guerra. Cammina sempre sulle strade che portano ai più bisognosi”

L’Associazione “S. Maria di Betlemme”, che ha sede a Macchia di Giarre, da tanti anni sostiene progetti di solidarietà. Poche settimane fa ha promosso una raccolta di generi alimentari, farmaci e indumenti a favore delle popolazioni dell’Ucraina, provate da una guerra che sembra non avere fine. Il popolo ucraino affronterà un inverno di sofferenza e per far fronte al grande freddo è giunta all’Associazione una richiesta d’aiuto dalla Basilica S. Sofia di Roma, centro spirituale degli ucraini in Italia.


Facendo seguito alla prima grande raccolta che si svolse allo scoppio della guerra, l’Associazione ha realizzato in pochi giorni una raccolta straordinaria: circa 10 tonnellate tra prodotti alimentari, abiti, coperte e farmaci. Un obiettivo raggiunto grazie a una rete di solidarietà che ha visto coinvolte parrocchie, associazioni di volontariato, esercenti e semplici cittadini; inoltre, l’aiuto “speciale” della Provvidenza divina ha toccato i cuori, aperto le mani e moltiplicato le forze.


Grande è la soddisfazione dei volontari dell’Associazione: “Viviamo tempi così duri da far pensare che non ci sia spazio per la carità. Ci si rende conto, invece, che anche ai nostri giorni ci sono uomini e donne che si attivano prontamente per aiutare i fratelli che sono in difficoltà. La carità non si ferma, cammina sempre sulle strade che portano ai più bisognosi”.
Il tir carico di beni di prima necessità è giunto a Roma lo scorso martedì 8 novembre per poi andare in Ucraina.

Facebooktwitterrssyoutubeinstagram