ACI PLATANI, LA FESTA DELLA B.V. MARIA DEL MONTE CARMELO

Facebooktwitterpinterestmail

IL SIMULACRO, IN VIA ECCEZIONALE, TRA LE STRADE DELLA FRAZIONE ACESE

Articolo di Giovanni Centamore

Il simulacro della B.V.Maria del Monte Carmelo

Martedì 12 luglio, con l’inizio del Triduo di preparazione, ad Aci Platani entrano nel vivo i festeggiamenti in onore della B.V. Maria del Monte Carmelo. Momento tanto atteso che i fedeli e devoti, sotto la guida spirituale del Parroco, don Salvatore Coco, e del collaboratore don Andrea Grasso, hanno voluto preparare attraverso la “Quindicina”: itinerario di lode e preghiera alla Vergine Santissima che, come ogni anno, si è svolto nei vari quartieri della popolosa frazione acese.

Come avviene da secoli, anche quest’anno, gli abitanti di Aci Platani, si stringeranno con devozione attorno all’amata Patrona, in quella che potrebbe essere considerata tra le feste più antiche presenti nel territorio acese. Un momento di intensa devozione, tramandato nel tempo da quanti ci hanno preceduti nella fede che, ancora oggi, costituisce, per gli abitanti della frazione, un’occasione unica per riscoprire la propria identità storica e religiosa.

Anche se stiamo vivendo momenti di particolare tribolazione a motivo della guerra che si sta consumando in Ucraina, la festa della Madonna vuole essere comunque per la comunità platanese un’opportunità per rigenerare la propria fede e affidarsi alla Madonna. Nell’intenso messaggio che don Salvatore Coco ha voluto consegnare alla comunità, scrive: «Stiamo attraversando un tempo segnato da diverse contraddizioni e sentiamo la necessità di avere con chiarezza dei punti di riferimento che ci permettano di orientare meglio la rotta del nostro cammino. La Vergine Maria con materna premura ci invita a non scoraggiarci e ci sollecita ad ascendere la santa Montagna. Auguro a tutti la gioia dell’incontro con Maria».

Quest’anno i festeggiamenti saranno segnati dal ritorno, dopo tre anni di sospensione a motivo della pandemia, della secolare processione con il simulacro della Vergine Santissima con l’artistico fercolo per le strade di Aci Platani. Processione che, eccezionalmente, si svolgerà nei giorni 16 e 17 luglio. Nei giorni della festa, sarà possibile ammirare l’antica candelora che nel lontano 1910 è stata realizzata da due maestranze locali, quelle dei carrettieri e dei bordonara. La sua presenza per le strade di Aci Platani, oltre ad esprime tutto il carattere popolare e gioioso della festa, è un modo per onorare la Patrona e manifestarle sincera devozione.

Facebooktwitterrssyoutubeinstagram