I GIOVANI STARTUPPER RICEVUTI DAL VESCOVO RASPANTI

Facebooktwitterpinterestmail

L’esperienza del CONLAB ed il CONCORSO della Regione Siciliana
“Fare impresa e sostenibilità”

Mercoledì 4 agosto nel Palazzo Vescovile di Acireale, mons. Antonino Raspanti, vescovo di Acireale, ha incontrato i giovani che hanno partecipato al concorso “La tua idea di impresa in Sicilia”, bandito dalla Presidenza della Regione Siciliana e dall’Irfis, aggiudicandosi il quarto posto nella graduatoria dei dieci migliori progetti, selezionati tra gli oltre 40 concorrenti, meritevoli del premio di dieci mila euro ciascuno.

Il team “Bencler” ha presentato la nascente start up che ha preso forma nei locali di CONLAB di Acireale, voluto fortemente dal presule acese. È composto da:
– Emanuele Giuffrida, Chief Executive Officer
– Stefano Grasso, Chief Financial Officer
– Cristina Barnabà, Designer
– Bruno Barnabà, Chief Technical Officer
L’idea imprenditoriale, proposta dai quattro giovani futuri startupper, riguarda la creazione di un brand di orologi sostenibili, caratterizzati da materiali, design e finiture innovativi.
Il vescovo mons. Antonino Raspanti esprime tanta soddisfazione, apprezzandone il progetto: “L’esperienza di CONLAB in questi anni ha stimolato idee in diversi giovani, aiutandoli a creare e sviluppare iniziative ed imprese. Noi come diocesi abbiamo il dovere di incoraggiare ed incentivare la creatività nei giovani. Dobbiamo favorire un cambiamento di modello di sviluppo imprenditoriale, che non guardi principalmente al profitto, ma all’innovazione e all’impatto sociale ed ambientale, per rendere la Sicilia competitiva, abbandonando il ruolo marginale e periferico d’Europa”.
Presente, inoltre, Mario Cesare Gatti, prof dell’Università Cattolica di Milano: “I ragazzi che stanno usufruendo degli spazi di CONLAB mettono in campo passione e competenze, sviluppando i loro progetti. Si auspica una stagione ricca di novità, dove i giovani possano mettere al centro l’innovazione su un modello economico più sostenibile, facendo leva sulle tecnologie digitali”.

Il dr. Giuseppe Cavallaro, direttore della sede di Acireale del Credito Siciliano / Creval, Gruppo Bancario Credit Agricole, continua: “Importanti sono oggi le forme di sostegno alla nuova imprenditorialità così da avviare percorsi virtuosi, così come ha fatto questo team. Creiamo i presupposti affinché i progetti dei giovani possano realizzarsi
”.
Infine, Emanuele Giuffrida: “Siamo consapevoli che questo è solo il primo di tanti passi che possono portare al successo della start up. Ma la soddisfazione di aver ottenuto un premio così prestigioso, ci rende edotti che siamo sulla strada giusta. Continueremo ad usufruire dell’esperienza del CONLAB e consigliamo ai giovani del territorio di mettersi in gioco”.
———————————————————————————————————-
ConLab Acireale è lo spazio di coworking nato a seguito di un accordo tra l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, la Fondazione Città del Fanciullo. Acireale, la Diocesi di Acireale ed il Credito Siciliano / Creval, Gruppo Bancario Credit Agricole. Si tratta di un luogo dedicato esclusivamente ad attività auto-imprenditoriali che mira a promuovere la cultura dell’imprenditorialità e dell’innovazione, sfruttando nuovi modelli di apprendimento e stimolando un approccio interdisciplinare.
Nell’intento di agevolare la crescita delle idee, il progetto offre un percorso di formazione interattivo modellato sulla base delle esigenze espresse dai partecipanti stessi. Dopo una breve fase iniziale incentrata sui fondamentali teorici del mondo imprenditoriale, infatti, l’attività formativa si focalizza sulle necessità manifestate dai singoli team offrendo percorsi ad-hoc.
ConLab Acireale è un laboratorio di creatività, dove i giovani con le loro idee e competenze possono incontrarsi e collaborare secondo il principio della “contaminazione”. Non è un incubatore, in cui sviluppare attivamente i propri progetti di impresa
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram