SERVIZIO PER LA TUTELA DEI MINORI E DELLE PERSONE VULNERABILI

Facebooktwitterpinterestmail

«Ascoltare, tutelare, proteggere e curare i minori abusati, sfruttati e dimenticati, ovunque essi siano» Papa Francesco

SERVIZIO DIOCESANO PER LA TUTELA DEI MINORI E DELLE PERSONE VULNERABILI

Venerdì 14 maggio 2021, in episcopio, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del SERVIZIO DIOCESANO PER LA TUTELA DEI MINORI E DELLE PERSONE VULNERABILI.

Presente all’incontro mons. Antonino Raspanti, vescovo di Acireale che, su indicazione della Commissione pontificia e del Servizio Nazionale per la Tutela dei Minori (SNTM) e in continuità con quanto viene richiesto da Papa Francesco nel Motu Proprio “Vos estis Lux mundi”, ha portato a conoscenza degli intervenuti l’istituzione del nuovo servizio diocesano, regolato da quanto indicato nelle Linee Guida della C.E.I. per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili pubblicate il 24 giugno 2019.

Il gruppo di lavoro è composto da:

• un referente diocesano, il dott. Francesco Guarnieri, psicologo, psicoterapeuta ed esperto dell’età evolutiva.

• un’équipe, i cui membri hanno specifiche competenze pastorali, psicologiche, pedagogiche, canonistiche, giuridiche:

Suor Rosalba La Pegna, responsabile Centro Antiviolenza “Il Bucaneve”, – dott.sa Vincenza Rosano, assistente sociale; – dott. Giuseppe Fichera, psichiatra; – don Vittorio Rocca, docente di Teologia Morale presso lo Studio Teolgico S. Paolo di Catania.

SERVIZIO DIOCESANO PER LA TUTELA DEI MINORI E DELLE PERSONE VULNERABILI

“Queste persone da me nominate saranno di valido supportodichiara il vescovo Raspantiperchè con le loro competenze e professionalità contribuiranno a diffondere in diocesi la cultura della prevenzione e a fornire strumenti di informazione, formazione e protocolli procedurali. Inoltre – conclude il vescovo – potranno gestire le segnalazioni e supportare le vittime di abuso, le famiglie e le realtà implicate. Ci sta a cuore che i nostri ambienti siano sicuri e a misura dei più piccoli”.

Il compito principale sarà, quindi, quello di contribuire a dare il giusto e attento ascolto, il supporto alle vittime di abuso sessuale e di coinvolgere l’intera comunità ecclesiale in un percorso formativo che l’aiuti e la sostenga per assumere comportamenti volti ad assicurare il più possibile la protezione dei piccoli e dei deboli.

“Si tratta quindi di un’azione che non sostituisce o fa concorrenza ad altre istituzioniafferma don Vittorio Roccama facilita la cooperazione di tutte le risorse educative, di tutela e cura dei minori per lavorare insieme alle varie componenti del contesto sociale, come la famiglia e la scuola, anche quando i minori e le persone vulnerabili sono affidati alla cura della Chiesa”.
In questa giornata ha inizio quindi ufficialmente il Servizio anche ad Acireale.

“Vogliamo rispondere al desiderio del Santo Padre esprime il dott. Francesco Guarnieriimpegnandoci nella sensibilizzazione al problema, formando i membri della Chiesa in base al loro servizio. La collaborazione tra tutti, Chiesa ed Istituzioni, può dare una risposta seria al problema del maltrattamento e dell’abuso”.

La diocesi di Acireale in questi anni ha già curato, in tal senso, un percorso formativo rivolto a sacerdoti, religiosi, insegnanti e dirigenti scolastici.


CONTATTI SERVIZIO DIOCESANO PER LA TUTELA DEI MINORI E DELLE PERSONE VULNERABILI
e-mail: sdtm.sportello@diocesiacireale.it

cellulare: +393792599983

Collegamento sito web diocesi di Acireale:
http://www.diocesiacireale.it/tutela-minori-e-persone-vulnerabili/

Facebooktwitterrssyoutubeinstagram