IN CAMMINO VERSO LA PASQUA, PRESENTAZIONE DEL TESTO DI DON ROBERTO STRANO

Facebooktwitterpinterestmail

DOMENICA 14 FEBBRAIO. AD ACI SAN FILIPPO IL NUOVO TESTO PER LA MEDITAZIONE QUARESIMALE

Domenica 14 febbraio alle ore 19.15 nella Basilica di San Filippo d’Agira in Aci San Filippo si terrà la presentazione del testo “In cammino verso la Pasqua” di don Roberto Strano, prevosto parroco della suddetta Basilica. Prefazione di Sua Em.za Rev.ma Sig. Cardinale Paolo Romeo.

A dialogare con l’autore sarà Rosamaria Ballarino. Durante la presentazione verranno eseguiti intermezzi musicali.

Il libro propone un itinerario che accompagnerà il lettore fino al giorno di Pasqua, attraverso meditazioni quaresimali.



DALLA PREFAZIONE DEL CARDINALE PAOLO ROMEO

“Le preghiere Collette, che ogni giorno ci accompagnano, nella Celebrazione Eucaristica e nella Liturgia delle Ore, costituiscono un tesoro inesauribile di spiritualità. Esse sono l’espressione più vera e sincera della preghiera della Chiesa, la quale rivolgendosi al Padre, nel Figlio Gesù Cristo, per la potenza dello Spirito Santo chiede quanto è necessario per vivere e nutrire la propria fede. Don Roberto, ha imparato dai suoi esimi Docenti del Pontificio Istituto Liturgico sant’Anselmo di Roma, gli elementi essenziali dell’ermeneutica liturgica. Nel testo che ci viene offerto egli
trae da ogni singola Colletta le indicazioni prioritarie e le offre come spunti di meditazione, arricchendole di citazioni bibliche, patristiche, letterarie e del Magistero della Chiesa. Il lettore, pertanto, avrà occasione di trarre, ogni giorno, opportune riflessioni che lo accompagneranno fino al giorno di Pasqua. Il linguaggio che egli usa, da buon parroco, è semplice e scorrevole, ma il contenuto è profondo.
Auguro al lettore un cammino spirituale intenso e proficuo, che a partire dall’invito alla conversione del Mercoledì delle Ceneri lo guidi fino al mattino di Pasqua, per sperimentare i benefici della redenzione operata da Cristo sull’albero della croce e la gioia della vita nuova e rinnovata che irrompe dal sepolcro vuoto”.

Facebooktwitterrssyoutubeinstagram