POST SISMA, LA STATUA DI SANT’EMIDIO TORNERA’ A PENNISI

Facebooktwitterpinterestmail

IL VESCOVO ANTONINO RASPANTI “SEGNO DI SPERANZA DI UNA PRONTA RINASCITA DEL PAESE”

 

sisma 2018

La Fondazione Bellini ha perfezionato nei giorni scorsi il trasferimento della somma di 3.756,00 euro a favore della Diocesi di Acireale, destinata alla Parrocchia Maria Ss. del Carmelo di Pennisi per il restauro della statua di Sant’Emidio, sita nella piazza antistante la chiesa e fortemente danneggiata a seguito del sisma dell’area etnea avvenuto nel 2018.

Pennsisi, statua di Sant’Emidio

La somma è stata raccolta a conclusione di una campagna di crowdfunding avviata nei giorni immediatamente successivi al terremoto di Santo Stefano del 2018 e promossa attraverso la piattaforma Meridonare. Le donazioni effettuate attraverso Paypal o bonifico bancario provengono da più di un centinaio di persone, moltissime delle quali acesi di residenza o d’origine.

Rosario Faraci, presidente Fondazione Bellini
“E’ un gesto simbolicodichiara Rosario Faraci, presidente della Fondazione Bellini per testimoniare la vicinanza degli acesi alla popolazione di Pennisi e per alleviare loro il disagio di esser stati privati del busto di Sant’Emidio, al quale affettivamente sono stati sempre legati”.
Il vescovo Antonino Raspanti
Mons. Antonino Raspanti, vescovo di Acireale, nel ringraziare quanti hanno contribuito alle donazioni afferma: ” Una nota positiva che mette in risalto i valori di comunità e di solidarietà, segno di speranza di una pronta rinascita del paese”.
chiesa di Pennisi
La somma raccolta sarà impegnata dalla Parrocchia per il restauro della statua che avverrà a cura del Maestro Angelo Cristaudo.
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram