Aci Platani, riapertura al culto della chiesa dopo il sisma

Facebooktwitterpinterestmail

Articolo di Giovanni Centamore, comunità Aci Platani

Scarica la Locandina

Grande gioia per gli abitanti di Aci Platani per la riapertura al culto della Chiesa Madre. L’atteso momento avverrà con la celebrazione delle Sante Messe di sabato 23 (ore 19.00) e domenica 24 maggio (ore 8.00, 10.30, 19.00), nel rispetto delle norme vigenti, previste dopo la firma del Protocollo tra la CEI ed il Governo, che regolarizzano la partecipazione dei fedeli alle celebrazioni liturgiche.

L’edificio sacro era stato inserito tra quelli che la nostra diocesi aveva indicato per la messa in sicurezza delle chiese parrocchiali danneggiate dall’evento sismico del 26 dicembre 2018, con interventi finalizzati a garantire la continuità dell’esercizio del culto. Fare ritorno nel proprio luogo sacro costituisce un segno di speranza per tutti quei platanesi che, da secoli, hanno visto nella propria chiesa non solo lo spazio privilegiato dove esprimere il culto e la devozione alla Vergine Santissima, ma anche il luogo dell’identità storica e religiosa di tutta la comunità.

Tutto questo è avvenuto dopo interminabili e tortuose procedure burocratiche, che ne impedivano il rilascio dell’agibilità, nonostante i lavori di ristrutturazione, in seguito all’evento sismico del 26 dicembre 2018, fossero finiti da oltre due mesi. Il progetto di recupero ha previsto una somma di circa 130.000 Euro, che per il 70% è stata finanziata dai fondi 8xmille della CEI ed il rimanente è stato coperto tramite la raccolta fondi promossa dalla comunità parrocchiale.

Facebooktwitterrssyoutubeinstagram