Il Cristo Morto: “Amore vero, segno di gratuità”

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

La processione cittadina del Cristo Morto ad Acireale, che quest’anno si svolge venerdì 19 aprile,  è una delle maggiori espressioni di fede della città e dei fedeli tutti. Il silenzio, frammezzato ed interrotto dalle marce funebri, favorisce il clima di preghiera e di richiesta di perdono a Dio Padre per la crocifissione e morte del Figlio Suo, causata dal peccato dell’umanità.

Il Venerdì Santo accompagniamo Gesù nel sepolcro; alla sua vita terrena viene posta una pietra.  La missione del Figlio, affidatagli dal Padre, apparentemente non viene portata a termine, ma la redenzione operata da Dio in Cristo comprende il passaggio dalla corruzione del sepolcro alla risurrezione per la vita eterna.

Ancora oggi è possibile manifestare – dichiara Arcangelo Patanè, rettore dell’Arciconfraternita del SS.mo Crocifisso in San Pietro la fede nella morte e risurrezione del Signore, cuore della speranza cristiana, anche attraverso la pietà popolare. Quest’epoca, dove l’uomo privilegia l’efficenza massima nel breve tempo, necessita di ritrovare l’Amore vero, segno di gratuità che vedrà i suoi frutti al tempo opportuno”.

Dalla Croce Cristo, torturato ed insultato, ha pregato per i suoi carnefici; Egli ha poi vinto la morte con la Risurrezione. Il Cristo Risorto conserva le ferite, quelle stesse ferite che l’uomo porta con sé ogni giorno. Nell’umanità di Cristo – ricorda San Leone Magno –  l’uomo rivela la propria umanità.

“Il Venerdì Santo – continua Arcangelo Patanècommemora gli eventi della passione e morte di Gesù. Andiamo insieme con Cristo nelle strade della nostra città, abbandonando la deriva del peccato che inquina la storia umana.”

Dopo che si è consumato lo “spettacolo della Croce“, la Terra tace e Adamo viene sciolto dalle catene. La Misericordia della Croce illumina e libera la nostra esistenza. L’ Amore di Dio, non “utile” ma “fondamento”, permette di continuare l’opera che Dio ha consegnato al Figlio: annunciare e testimoniare il Vangelo. Questa è la missione del corpo mistico che è la Chiesa.

Don Arturo Grasso,

direttore

Scarica la Locandina

Cristo Morto – Processione cittadina del Venerdì Santo

 

Facebooktwitterrssyoutubeinstagram