Le Chiese di Sicilia vicine alle diocesi di Acireale e Catania per l’evento sismico

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Presso la sede di Corso Calatafimi si sono svolti i lavori della sessione invernale della Conferenza Episcopale Siciliana (CESI), presieduti da S.E. Mons. Salvatore Gristina, Arcivescovo di Catania.

Durante questi lavori uno dei punti trattati è stato l’evento sismico dello scorso 26 dicembre che le diocesi di Acireale e di Catania hanno subito.

I vescovi di Sicilia esprimono vicinanza e solidarietà alle due Chiese sorelle di Catania ed Acireale per le conseguenze sofferte a causa del recente terremoto, con il suo costante sciame sismico. Ringraziando l’Altissimo per l’incolumità delle persone, ci si addolora per il notevole disagio che i vari nuclei familiari patiscono nel vedere gravemente lesionate e inagibili le loro dimore. Dispiace, inoltre, che le scuole, gli edifici di culto, le canoniche e gli oratori siano gravemente danneggiati, aggravando lo sconforto della gente, ulteriormente disorientata per non poter usufruire di questi luoghi di aggregazione.

La vicinanza sarà espressa con una giornata di preghiera il 3 febbraio 2019, durante la quale si potrà anche elargire un’offerta libera, quale contributo per aiutare la riparazione dei danni subiti.

 

Facebooktwitterrssyoutubeinstagram